SOCCORSO CIVILE PER L’EUTANASIA


Articolo 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge.

Articolo 13

La libertà personale è inviolabile.

Articolo 32

La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

Forniamo informazioni e, in alcuni casi anche assistenza logistica e finanziaria, alle persone che vogliono ottenere l’eutanasia, quando vi siano le condizioni previste dalla proposta di legge di iniziativa popolare del Comitato per l’eutanasia legale.
La nostra azione è anche un atto di disobbedienza civile nei confronti delle leggi esistenti, in nome dell’affermazione del diritto all’autodeterminazione, alla libertà fondamentale di scegliere per se stessi, il proprio corpo e la propria malattia anche nella fase finale della propria vita, in nome dell’effettiva attuazione degli articoli 3, 13 e 32 della Costituzione.
In particolare, vogliamo affermare la necessità di superare le discriminazioni nei confronti di pazienti affetti da malattie produttive di gravi sofferenze e inguaribili che chiedono l’assistenza medica a morire, ma la cui vita non dipende da un trattamento sanitario.
Tali pazienti, in condizioni soggettive anche peggiori di quelle di altri malati la cui vita dipenda da macchinari o altri trattamenti, si trovano nella condizione di dover scegliere tra subire sofferenze insopportabili o ottenere l’eutanasia clandestinamente o all’estero, esponendo se stessi e le persone a loro vicine ad ogni tipo di violenza, errore, abuso, responsabilità giudiziaria, danno fisico ed economico.
L’azione di disobbedienza civile proseguirà fino a quando il Parlamento italiano non calendarizzerà la proposta di legge di iniziativa popolare depositata a settembre 2013 e da allora mai discussa in Parlamento, in violazione dell’articolo 71 della Costituzione: “Il popolo esercita l’iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori“.
In questa pagina potete trovare alcune informazioni sull’eutanasia all’estero, più altre informazioni utili per l’interruzione delle terapie.
Per ulteriori informazioni e per richieste di aiuto vi preghiamo di mandare una email a m.cappato@radicali.it.


INFORMAZIONI
  • Lifecircle

    I contatti e la brochure informativa dell'Associazione Lifecircle.
  • Dignitas

    I contatti e le brochure informative dell'Associazione Dignitas.
REPORT CHIAMATE
Dal primo marzo 2015 abbiamo fornito informazioni a 13 persone. Sono esclusi dal conteggio coloro che si sono presentati in forma anonima, che farebbero almeno
raddoppiare il numero dei contatti ricevuti. Tra le persone richiedenti informazioni in forma non anonima si equivalgono le donne (7) e gli uomini (6). Il 75% delle persone ha cercato informazioni per sé, il 25% per parenti o amici impossibilitati a chiamare a causa della loro dalla malattia. Nello specifico: una richiesta di informazioni per il nonno, una per la madre, una per un amico. Le cause prevalenti delle richieste di informazioni riguardano malattie degenerative o tumorali. Si evidenzia solo un 8% di richieste legate a depressione cronica.